CCV L’Amante

Allor Bellacoglienza fu fermata
Da questi tre portier’ sotto tre porte,
E con una catena molto forte
Quella gentil ebbero ‘ncatenata.
Po’ corser sopra me, quella brigata,
E disson: “Sopra te cadran le sorte”.
Allor credetti ben ricever morte,
Tanto facean di me gran malmenata:
Sì ch’i’ misericordia domandai
A Paura, a Vergogna e a quel crudele;
Ma i·nessuna guisa la trovai.
Ciascun sì mi era più amar che fele;
Per molte volte merzé lor gridai:
Que’ mi dicean: “Per niente bele”.

Parla alla tua mente

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.