Le rime LXXIX

Molti, volendo dir che fosse Amore,

Disser parole assai, ma non potero

Dir di lui cosa che sembrasse il vero,

Né diffinir qual fosse il suo valore.

Ben fu alcun che disse ch'era ardore

Di mente imaginato per pensiero;

E alcun disse ch'era desidero

Di voler nato per piacer del core.

Io dico che Amor non è sustanza

Né cosa corporal ch'abbia figura,

Anzi è passione in disïanza,

Piacer di forma dato per natura,

Sì che 'l voler del core ogni altro avanza:

E questo basta fin che 'l piacer dura.

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.